Impianti di condizionamento e raffrescamento

Per il massimo comfort in ogni stagione dell’anno, la TERMOIMPIANTI di Lecco progetta e installa impianti di condizionamento e raffrescamento per appartamenti, case, uffici, aree commerciali e industriali. I tecnici sapranno proporre la migliore soluzione per evitare il caldo eccessivo in estate e ottenere la temperatura perfetta durante la stagione fredda. L’azienda lecchese propone:

  • impianti di raffrescamento ambienti a parete e a pavimento
  • impianti con pompa di calore (caldo/freddo), mediante la posa di split a parete o a soffitto
  • impianti con ventilconvettori alimentati ad acqua (refrigerata o calda)
Impianti di climatizzazione e raffrescamento

Impianti Radianti
Gli impianti di raffrescamento radianti a pavimento, a soffitto e a parete garantiscono alta efficienza e grande superficie di scambio. Permettono di portare la giusta energia termica in ogni ambiente e in modo omogeneo, rispondendo ad ogni specifica esigenza di comfort abitativo, sia in casa che nello spazio di lavoro.

Impianti a Pompa di Calore
Gli impianti a pompa di calore aria/acqua riscaldano in inverno e raffrescano in estate, oltre a fornire acqua calda sanitaria. Gli impianti di condizionamento a pompa di calore sono disponibili in unità monoblocco e unità splittate. Questa possono essere installate in ogni settore: residenziale, commerciale e industriale.

Impianti Ventilconvettori
Gli impianti a ventiloconvettori sono sistemi costituiti da un ventilatore, da un elemento di scambio di calore e da un filtro. Vengono alimentati ad acqua refrigerata proveniente da un refrigeratore. Questa tecnologia fornisce acqua, fresca, pulita e asciutta a tutto il locale. Se alimentati con acqua calda proveniente da una pompa di calore possono riscaldare in breve tempo un’ampia superficie.

Ricordiamo che in base al DPR n.43 del 27 gennaio 2012, gli interventi di manutenzione e riparazione devono essere eseguiti da ditte che hanno conseguito la certificazione per utilizzo di gas fluorurati.


Dal 25 settembre 2019 è scattato l’obbligo di comunicare i dati relativi agli interventi di installazione, riparazione, manutenzione, controllo delle perdite e smantellamento, svolti su apparecchiature contenenti gas fluorurati, per le imprese certificate (o le persone, nel caso di imprese non soggette ad obbligo di certificazione) che svolgono tali attività.

Devono essere comunicati gli interventi svolti sulle seguenti apparecchiature, a prescindere dalla quantità di F-gas in essa contenute:

  • Apparecchiature fisse di refrigerazione e di condizionamento d’aria.
  • Pompe di calore fisse.
  • Apparecchiature fisse di protezione antincendio.
  • Celle frigorifero di autocarri e rimorchi frigorifero.
  • Commutatori elettrici.
La comunicazione va effettuata, via telematica, alla Banca Dati nazionale gestita dalle Camere di commercio entro 30 giorni:

  1. Dall’installazione delle apparecchiature.
  2. Dal primo intervento di controllo delle perdite, manutenzione o riparazione di apparecchiature già installate.
  3. Dallo smantellamento delle apparecchiature.
Questo obbligo sostituisce, a partire dal 25/09/2019, il registro dell’impianto che doveva, in base al Regolamento 517/2014, essere conservato dagli operatori o dai manutentori per loro conto.

female-hand-adjusting-temperature-with-dial-on-VG4EMC8